Geoportal RNDT
FeedbackAboutHelpRegisterLoginCart
Details

.

Magic2 Grafici scandagliamento 4735 Visualizza questa pagina nel portale RNDT


Information on Metadata
File Identifier: PCM:CNR_IGAG_148:20171218:15:55:40
Metadata Language: Italian
Metadata Character Set utf8
Parent ID: PCM:CNR_IGAG_148:20171218:15:55:40
Hierarchy level: Dataset
Metadata Responsibile:
Organization name: CNR-IGAG
Role: Point Of Contact
Contact Info:
Phone: +39 06 49914822
E-mail: daniele.casalbore@uniroma1.it
Metadata Date Stamp: 2017-12-18
Standard name: DM - Regole tecniche RNDT
Standard version: 10 novembre 2011
Reference System Information
Reference System Information: WGS84/UTM 33N
Data information
Identifier: PCM:CNR_IGAG_148
Series ID: PCM:CNR_IGAG_148
Abstract: Questo documento rappresenta la digitalizzazione da parte del CNR-IGAG di uno dei 59 grafici di scandagliamento appartenenti all'Istituto Idrografico della Marina (IIM) e da loro georeferenziati. La metodologia di digitalizzazione è stata concordata con i tecnici IIM, utilizzando una scala di lavoro a video di altissima risoluzione al fine di ottenere che il punto quotato digitale ricadesse all’interno dell’area rappresentata dal punto grafico o al massimo ad una distanza pari alle dimensioni del punto stesso. I punti così ottenuti sono stati successivamente rimandati all’IIM per una loro definitiva vidimazione.
Language: Italian
Character set: UTF-8, 8-bit variable size UCS Transfer Format
Information:
Title: Magic2 Grafici scandagliamento 4735
Date:
Date 2017-12-18
Date Type Publication Date
Resource responsible:
Organization name: PCM - Dipartimento della Protezione Civile
Role: Owner
Contact Info:
E-mail: ufficio.pre@protezionecivile.it
Website: https://www.protezionecivile.gov.it
Organization name: CNR-IGAG
Role: Originator
Contact Info:
E-mail: francesco.chiocci@uniroma1.it
Website: https://www.igag.cnr.it/
Contact point:
Organization name: CNR-IGAG
Role: Point Of Contact
Contact Info:
Phone: +39 06 49914822
E-mail: daniele.casalbore@uniroma1.it
Presentation format: mapDigital
Update frequency: Not planned
Type of spatial representation: Non-spatial table data
ISO topic categories:
geoscientific Information
oceans
Keywords:
Keyword: Geologia
Keyword: Regioni marine
Keyword: Zone a rischio naturale
Thesaurus:
Title: GEMET - INSPIRE themes, version 1.0
Date:
Date 2008-06-01
Date Type Publication Date
Keyword: Marine Geology
Keyword: Geomorphology
Thesaurus:
Title: GEMET - Concepts, version 2.4
Date:
Date 2010-01-13
Date Type Publication Date
Keyword: opendata
Keyword: Istituto Idrografico della Marina
Keyword: grafici scandagliamento
Keyword: single-beam
Keyword: 4735 1200 dpi
Geographical area:
West Bounding Longitude 17.89007026
East Bounding Longitude 18.01321632
North Bounding Latitude 40.17846185
South Bounding Latitude 40.07817988
Other details and supplemental information:
Accordo del 24/12/2014: Accordo ai sensi dell’art. 15 della L. 241/1990 e dell’art. 6 della Legge L. 225/1992 tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile e il C.N.R. Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria per il supporto al Dipartimento della Protezione Civile per la realizzazione di attività legate al miglioramento, mantenimento e utilizzo dei prodotti del progetto MAGIC, in ambito di prevenzione e di gestione tecnica di emergenze derivanti da pericolosità geologiche marine.

Ruoli: Responsabile scientifico del presente accordo per l’IGAG è il Prof. Francesco Latino Chiocci; Responsabili scientifici per il Dipartimento sono i Direttori Generali prof. Mauro Dolce e prof. Mauro Rosi .Responsabili Enti partecipanti al Progetto: Prof. Francesco Latino Chiocci per il CNR-IGAG; Prof. Paolo Orrù per il Conisma; Dott. Fabiano Gamberi per il CNR-ISMAR; Dott.ssa Francesca Budillon per il CNR-IAMC.
Use Limitation: https://github.com/pcm-dpc/MaGIC/blob/master/LICENSE
Legal Constraints:
Access Contraints: Other Restrictions
Usage Constraints: Other Restrictions
Other Constraints: Essendo il progetto MaGIC rivolto alla sola mappatura e individuazione degli elementi di pericolosità dei fondali marini, la definizione del rischio esula dagli scopi del progetto e non sono state previste indagini ad hoc. Quindi la definizione dei punti di criticità si basa su dati acquisiti per altri scopi e non omogenei nell’area. Similmente non sono disponibili informazioni sugli insediamenti e le infrastrutture marine e costiere presenti nell’area. I dati e le mappe prodotte non sono utilizzabili per la navigazione.
Security Constraints:
Classification: unclassified
Distribution
Distribution Format:
Format Name txt
Format Version txt
Transfer Options:
URL: https://github.com/pcm-dpc/MaGIC/tree/master/MaGIC-2/Attivita_4_Digitalizzazione_dei_grafici_di_scandagliamento_IIM/P10_grafici_di_scandagliamento_IIM/4735_1200_dpi.txt
Transfer Options:
URL: http://www.protezionecivile.gov.it/media-comunicazione/dossier/dettaglio/-/asset_publisher/default/content/progetto-magic
Distributor:
Distributor Contact:
Organization name: PCM - Dipartimento della Protezione Civile
Role: Distributor
Contact Info:
E-mail: redazione@protezionecivile.it
Website: https://www.protezionecivile.gov.it
Quality
Quality level: Dataset
Conformity:
Conformity Level: Not evaluated
Description: Fare riferimento alle specifiche indicate
Conformity:
Title: REGOLAMENTO (UE) N. 1089/2010 DELLA COMMISSIONE del 23 novembre 2010 recante attuazione della direttiva 2007/2/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'interoperabilità dei set di dati territoriali e dei servizi di dati territoriali
Date:
Date 2010-12-08
Date Type Publication Date
Positional accuracy:
Value: m 100 m
Lineage: La metodologia di digitalizzazione è stata concordata con i tecnici IIM, utilizzando una scala di lavoro a video di altissima risoluzione al fine di ottenere che il punto quotato digitale ricadesse all’interno dell’area rappresentata dal punto grafico o al massimo ad una distanza pari alle dimensioni del punto stesso. I punti così ottenuti sono stati successivamente rimandati all’IIM per una loro definitiva vidimazione. Tuttavia è importante considerare che il dato sorgente è stato acquisito dall'IIM in tempi e condizioni meteo marine diverse e quindi anche l'accuratezza del dato è variabile.