Geoportal RNDT
FeedbackAboutHelpRegisterLoginCart
Details

.

MaGIC Foglio 00 Nizza - Isobate 50m (RNDT Dataset) - Versione 2.0

Visualizza questa pagina nel portale RNDT
Information on Metadata
File Identifier: PCM:MaGIC1_03_00:20200708:164000
Metadata Language: Italian
Metadata Character Set utf8
Parent ID: PCM:MaGIC1_03_00:20200708:164000
Hierarchy level: Dataset
???catalog.mdParam.rndt.general.hierarchyLevelName Dataset
Metadata Responsibile:
Organization name: PCM - Dipartimento della Protezione Civile
Role: Point Of Contact
Contact Info:
E-mail: sisterritoriale@protezionecivile.it
Website: http://www.protezionecivile.gov.it
Metadata Date Stamp: 2020-07-08
Standard name: Linee Guida RNDT
Standard version: 2.0
Reference System Information
Reference System Information: ETRS89-XYZ
Data information
Identifier: PCM:MaGIC1_03_00
Series ID: PCM:MaGIC1_03_00
Abstract: Linee batimetriche che uniscono i punti che hanno la stessa profondità sotto il livello del mare, con intervallo di 50 metri, nelle aree di piattaforma (profondità fino a -150 metri).
Language: Italian
Character set: UTF-8, 8-bit variable size UCS Transfer Format
Information:
Title: MaGIC Foglio 00 Nizza - Isobate 50m (RNDT Dataset) - Versione 2.0
Date:
Date 2020-07-08
Date Type Publication Date
Resource responsible:
Organization name: PCM - Dipartimento della Protezione Civile
Role: Owner
Contact Info:
E-mail: ufficio.pre@protezionecivile.it
Website: http://www.protezionecivile.gov.it
Organization name: CNR - IGAG
Role: Author
Contact Info:
E-mail: francesco.chiocci@uniroma1.it
Website: http://www.magicproject.it/index.php/it/
Organization name: GeoAzur Universitè de Nice - Sophia Antipolis - CNRS
Role: Author
Contact Info:
E-mail: direction@geoazur.unice.fr
Website: https://geoazur.oca.eu/
Contact point:
Organization name: PCM - Dipartimento della Protezione Civile
Role: Point Of Contact
Contact Info:
E-mail: ufficio.pre@protezionecivile.it
Website: http://www.protezionecivile.gov.it
Presentation format: mapDigital
Update frequency: Not planned
Type of spatial representation: Vectorial data
Equivalent Scale: 1: 50000
ISO topic categories:
oceans
Keywords:
Keyword: Regioni marine
Thesaurus:
Title: GEMET - INSPIRE themes, version 1.0
Date:
Date 2008-06-01
Date Type Publication Date
Keyword: physical oceanography
Keyword: continental shelf
Thesaurus:
Title: GEMET - Concepts, version 2.4
Date:
Date 2019-01-28
Date Type Publication Date
Keyword: Nazionale
Thesaurus:
Title: Spatial scope
Date:
Date 2019-05-22
Date Type Publication Date
Keyword: opendata
Keyword: Mar Ligure
Keyword: Francia
Keyword: batimetria
Geographical area:
West Bounding Longitude 6.84338
East Bounding Longitude 7.53420
North Bounding Latitude 43.78530
South Bounding Latitude 43.45952
Other details and supplemental information:
Intesa operativa tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della protezione civile e l'Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria (IGAG) del 20 dicembre 2006, n.621 di Rep., in attuazione dell'Accordo Quadro stipulato in data 20 giugno 2006 n.591 di Rep. con il Consiglio Nazionale delle Ricerche; Scientific and Operational Agreement signed in Rome, April 12th 2010 between Department of National Civil Protection, Italy and GeoAzur Universitè de Nice - Sophia Antipolis - CNRS, France.

RUOLIIstituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IGAG-CNR), Centro di Competenza per i Rischi Geologici, Idrogeologici e Marino-Costieri.Direttore: Dott. Paolo MessinaResponsabile del Progetto Magic: Prof. Francesco Latino Chiocci, Università "La Sapienza", Dipartimento di Scienze della Terra.Altri Organismi Scientifici partecipanti al Progetto:- Istituto di Scienze del Mare (ISMAR-CNR), Bologna- Istituto per l’Ambiente Marino e Costiero (IAMC-CNR), Napoli- Consorzio Interuniversitario per le Scienze Marine (Conisma), Roma- Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale (OGS),Trieste- Istituto Idrografico della Marina Militare (IIM), Genova- GéoAzur - Université de Nice - Sophia Antipolis - CNRS FranceATTRIBUTI (sempre presenti) DEL DATASETFID, ObjectID, identificatore di sistemaShape, Geometry, geometriaName, text(4), etichetta cartografica quotaLayer, text(26), tipo di isobataElevation, short integer, quota
Use Limitation: Dati non utilizzabili ai fini della navigazione.
Legal Constraints:
Access Contraints:
Other Constraints:
Legal Constraints:
Usage Constraints: Other Restrictions
Other Constraints: https://github.com/pcm-dpc/MaGIC/blob/master/LICENSE
Distribution
Distribution Format:
Format Name x-shapefile
Format Version n/a
Transfer Options:
URL: https://github.com/pcm-dpc/MaGIC/tree/master/MaGIC-1/fogli/dati/00-Nizza/isobate
Distributor:
Distributor Contact:
Organization name: PCM - Dipartimento della Protezione Civile
Role: Distributor
Contact Info:
E-mail: redazione@protezionecivile.it
Website: www.protezionecivile.gov.it
Quality
Quality level: Dataset
Conformity:
Conformity Level: Not evaluated
Description: Fare riferimento alle specifiche indicate
Conformity:
Title: REGOLAMENTO (UE) N. 1089/2010 DELLA COMMISSIONE del 23 novembre 2010 recante attuazione della direttiva 2007/2/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'interoperabilità dei set di dati territoriali e dei servizi di dati territoriali
Date:
Date 2010-12-08
Date Type Publication Date
Positional accuracy:
Value: m 5 m
Lineage: Le isobate sono state generate utilizzando il software Global Mapper a partire dal grid dei dati originali alla risoluzione di 1 metro. Sono state de-selezionate leopzioni Interpolate to fill small gaps in data e appended unit lable. Il cursore è stato posizionato completamente a sinistra (less semplification) per ottenere la minima semplificazione delle isobate. A seguito della generazione delle isobate i set di dati sono stati editati per l’eliminazione dei vettori privi di significato morfologico,come ad esempio “l’effetto bordo” o l’effetto dovuto al cattivo allineamento delle spazzate su fondopiano, o altri elementi non indicativi di una reale morfologia. Per ovviare al problema della selezione multipla, dopo aver selezionato l’insieme delle isobate con il cursore, è stato utilizza lo shift per de-selezionare le contours da non cancellare.