Skip to main content
24/09/2015
 

 

DBGTNei giorni scorsi si è chiusa la fase di consultazione pubblica sulle regole tecniche su reti di sottoservizi e DBGT 25K e sulla revisione di quelle relative al contenuto dei DBT.

Tale fase era stata avviata nel mese di luglio per raccogliere osservazioni e proposte di modifica sui documenti elaborati dai rispettivi Gruppi di Lavoro, istituiti nell'ambito dell'iniziativa di AgID finalizzata appunto all'aggiornamento e definizione di dette regole tecniche.

Leggi tutto

18/09/2015
 

 

RNDT logo imgNuovo logo e nuova veste grafica per il Catalogo dei dati territoriali, che si allinea così agli altri siti tematici dell’Agenzia per l’Italia Digitale anche per quanto riguarda la riorganizzazione della struttura informativa, orientata alla semplicità di navigazione e all’accessibilità dei contenuti, fermi restando i requisiti di interoperabilità propri di un catalogo e la coerenza dei servizi di consultazione e ricerca con le regole di implementazione della direttiva INSPIRE (2007/2/CE).

Leggi tutto

14/09/2015
 

 

statistiche E' stato pubblicato, alla pagina Statistiche, il nuovo report sulle statistiche relative all'attività di alimentazione del RNDT da parte delle pubbliche amministrazioni italiane.

Oltre 17.500 le risorse documentate da Enti centrali, Regioni, Enti locali e territoriali, suddivise in dataset (15.841), serie di dataset (175) e servizi (1.498).

Leggi tutto

14/09/2015
 

 

dcat-ap Da qualche giorno è stata avviata la fase di consultazione pubblica sul profilo applicativo GeoDCAT (GeoDCAT-AP), elaborato da uno specifico gruppo di lavoro nell'ambito dell'Azione 1.1 (Improving semantic interoperability in European eGovernment systems) del programma ISA (Interoperability Solutions for European Public Administrations) della Commissione Europea.

Leggi tutto

09/07/2015
 

 

DBGT È aperta la consultazione pubblica sui documenti di evoluzione e aggiornamento delle Regole tecniche per la definizione delle specifiche di contenuto dei database geotopografici, di cui al decreto del 10 novembre 2011 (G.U. n. 48 del 27/02/2012 - Supplemento ordinario n. 37).

Leggi tutto

03/07/2015
 

 

reti È aperta la consultazione pubblica sulle “Regole tecniche per la definizione delle specifiche di contenuto per i database delle Reti di sottoservizi”.

Nel contesto dell’iniziativa avviata dall’Agenzia per l’Italia Digitale e finalizzata all’aggiornamento/definizione di regole tecniche nel settore dell’informazione geografica, il gruppo di lavoro coordinato da Regione Lombardia, ha approvato il documento con cui viene definito il modello concettuale per le Reti di sottoservizi, di particolare interesse per le Regioni e le public utilities.

Leggi tutto

16/06/2015
 

 

Diversi gli appuntamenti sul tema dell'informazione geografica in programma nelle prossime settimane che vedranno la partecipazione dell'Agenzia per l'Italia Digitale.

Il 18 giugno, presso la sede di Roma della Link Campus University, ci sarà la presentazione del position paper sulla nuova figura professionale del Geographic Information Manager (GIM) promosso da Stati Generali dell'Innovazione, la redazione del blog TANTO e altre associazioni.

Leggi tutto

25/05/2015
 

 

guilcier Da oggi i nove comuni sardi dell'Unione dei Comuni del Guilcier (OR) sono in grado di scambiare in modo automatico i propri dati territoriali tra loro, con la Regione Sardegna e di comunicare i relativi metadati attraverso servizi interoperabili al Repertorio Nazionale Dati Territoriali (RNDT).

Leggi tutto

30/04/2015
 

 

 Il 20 e il 21 maggio si terrà a Krems (Austria), presso la Danube University, il quarto workshop del progetto europeo Share-PSI 2.0 dal tema “A self sustaining business model for open data”.

I partecipanti discuteranno le buone pratiche per la creazione di business model a supporto delle iniziative Open Data.

Leggi tutto

22/04/2015
 

 

home siena Siena è tra i primi Comuni italiani e della Regione Toscana ad alimentare il Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali attraverso il servizio di catalogo.

Ciò è stato possibile grazie alla implementazione di una piattaforma open data coerente con gli standard internazionali e le regole tecniche nazionali e comunitarie e interoperabile con altri cataloghi esistenti grazie alla presenza di API compatibili con il software CKAN e lo standard CSW per la pubblicazione dei dati.

Leggi tutto